Politica

LENTINI:SCATTA IL CLASSICO CONTO ALLA ROVESCIA PER L'ELEZIONE DEL NUOVO SINDACO

Lentini. Scatta il classico conto alla rovescia per l’elezione di sindaco e consiglio comunale e febbrile è l'attesa tra la gente, che si aspetta un' impennata di orgoglio da chiunque vada ad amministrare, perchè sono tanti e tali i problemi rimasti sul tappeto delle cose insolute, da richiedere un'energica sterzata. Si aspettano segnali di discontinuità rispetto al passato. I cittadini sono sfiduciati ed arcistufi di assistere alla situazione, che si è venuta a determinare al Comune e si aspetta una inversione di rotta .Per le diverse formazioni politiche che si stanno preparando alle amministrative ,si profilano giorni al calor bianco. Con le prossime amministrative si registra una nuova invasione di aspiranti consiglieri comunali provenire da Santuzzi. E’ tempo di primavera e alcuni politici si scoprono appartenenti alla fauna dei migratori, pronti a cambiare territorio con il mutare delle stagioni. E’ quanto sta accadendo ad un piccolo esercito di residenti a Carlentini nord,aspiranti consiglieri comunali aLentini , che pur di soddisfare l’impellente desiderio di operare per il bene della collettività non esitano a scoprire le loro radici lentinesi. Così le liste elettorali, come se fossero cosparse di dolcissimo miele, hanno attirato tantissimi nobili rappresentanti della politica, già candidati a Carlentini. I lentinesi doc, osservano sbigottiti l’inconsueto spettacolo, chiedendosi cosa o quale arcano mistero abbia trasformato la loro città, in una specie di Mecca dei tanti politici locali. Soprattutto ci si chiede, con un pizzico di malizia, cosa può avere indotto tante persone, che non hanno esibito nel recente passato grandi capacità di calamitare il consenso popolare, ad esporsi in prima persona, probabilmente con una bella dose di vocazione al martirio (elettorale, si intende). Non saranno in pochi a fare delle figuracce, raccogliendo pochi voti. Eppure si sfida senza esitazioni la buona sorta, cercando di pescare il classico terno al lotto. I maligni sostengono che si tratta di un pessimo segnale, poiché è un indicatore dell’alto tasso di disoccupazione che flagella la zona. La frase che ricorre con più frequenza è la seguente: se avessero altro da fare, tutte queste persone se ne starebbero a casa loro. E invece, così non è, e come le bibliche cavallette, carlentinesi di recentissima acquisizione, e che mai in passato si sono occupati delle vicende politiche cittadine, si affacciano per la prima volta nella dorata kermesse elettorale lentinese. E ancora non è cominciata l’invasione dei cosiddetti “santini”, che inzepperanno le tasche dei cittadini . Qualche buontempone già preannuncia la sua intenzione di raccoglierle in un album, da mostrare agli amici. Insomma, si ride e si fa ironia, ma in verità si stanno verificando delle situazioni che hanno davvero dell’incredibile. Saranno comunque gli elettori a decidere come sbrogliare questa ingarbugliata matassa.

 



LaSicilia 

Feed non trovato

 


 

grafica pubblicitaria 

 


RadioAlternativa solomano

 

download

 

images

Archivio Articoli