Articoli

Infuria il tormentone per la messa in sicurezza della Ragusana

"Urge varare una piattaforma di interventi per garantire la sicurezza del tratto della Ragusana, che ricade oltre che sui territori di Francofonte e Lentini,  anche se in minima parte, su quello di Carlentini". Questo l’appello lanciato dai sindaci del triangolo della zona nord della provincia, mentre infuria il tormentone sulla definizione dell’appalto dei lavori per l’ammodernamento  della scorrimento veloce Catania -  Ragusa.

La lunga catena di incidenti, la maggior parte mortali, che  alimentano le polemiche sulla difficoltosa viabilità sulla famigerata arteria, costellata di croci hanno indotto   Salvatore Palermo ,Giuseppe Castania, Pippo Basso e Alfio Mangiameli a scendere in campo e a chiedere, nelle more che venga definito l’appalto dei lavori per il raddoppio della nevralgica arteria,   di  mettere in sicurezza  il  tratto di strada,che ricade  sui  rispettivi territori. L’apertura del nuovo ospedale, sito proprio a ridosso  della Ragusana  ha visto aumentare il traffico in proporzione pressoché geometrica , costringendo quanti provengono dalla zona montana e dalla frazione di Pedagaggi a viaggiare a rischio della propria pelle  per il manto stradale infido. <<Da anni si discute della messa in sicurezza di questa strada – dichiara  il sindaco di Francofone -. A tal riguardo c'è da dire che sono stati programmati diversi incontri al comune di Francofonte, dove oltre agli amministratori comunali dei centri del triangolo hanno partecipato anche i responsabili dell'Anas per la Sicilia orientale. Se non si corre subito ai ripari quella che viene definita la “strada della morte “ è  destinata a rimanere tale. Si dice  che  il progetto è pronto e i lavori dovrebbero essere appaltati. A questo punto diventa prioritario, potenziare anche la segnaletica, ed ampliare  il tratto il tratto Francofone- Lentini. Si sono svolti ripetuti summit, promossi dal sindaco di Francofonte in sinergia con i vertici dell’ANAS – ha dichiarato  il sindaco di Lentini Alfio Mangiameli -. Fino ad oggi non hanno  prodotto gli effetti sperati. Il progetto prevede  il raddoppio della carreggiata con corsie di accelerazione e decelerazione  ed altri lavori accessori.  Gli enti competenti della provincia di Ragusa si sono anche  da tempo attivati  per la definizione di questo annoso e spinoso problema.

L'importanza della 194, come unica via di collegamento tra due importanti province per l'economia locale, viene anche sottolineata dal sindaco di  Carlentini Pippo Basso, secondo cui “la sicurezza su questa arteria, deve essere per tutti una priorità essenziale, trattandosi di una via di collegamento importante per lo sviluppo economico, oltre che delle province di Catania e Ragusa, anche per tutti i comuni che si trovano lungo il percorso”. Nonostante l’impegno degli enti competenti, si teme che il progetto possa rimanere incagliato, chissà per qualche tempo ancora, nelle secche della burocrazia. 

 



LaSicilia 

Feed non trovato

 


 

grafica pubblicitaria 

 


RadioAlternativa solomano

 

download

 

images

Archivio Articoli